SEPARATI !  

Pubblicato da Accenti & Neri

No... no. La separazione non è reale, ma bensì virtuale. Dopo aver utilizzato questo blog abbiamo deciso di complicare ancora un po'... Quanto è difficile convivere... e comunicare con il mondo.
Comunque ! Tutto ciò che riguarda lo Studio Monkey e i lavori per così dire ufficiali verranno d'ora in avanti postati sul nuovissimo blog ancora in allestimento che parte da www.studiomonkey.it mentre, come vedrete appunto sul blog Studio Monkey, nascono due blog separati e distinti. Uno mio intitolato "latte&sangue" che sto customizzando su http://lattesangue.blogspot.com e uno di Neri intitolato "birra&salsiccia" su http://birraesalsiccia.blogspot.com  .Per quanto riguarda questo, invece, lo terremo come una specie di album di famiglia: per amici, comunicazini più frivole o discussoni come se fossimo nel salotto di casa nostra.
Così ci sembra di aver diviso bene lavoro, famiglia e il proprio piccolo mondo personale...

Un altro "BLECCAUT" !  

Pubblicato da Accenti & Neri

"BLECCAUT"
MARTEDI' 23 SETTEMBRE 2008

REPLICA GRATUITA
in occasione della FESTA DEL COMUNE DI CASSANO D'ADDA.



Soggetto Massimiliano Di Miceli

Drammaturgia Elena Accenti

Regia Andrea Lisco

Assistenti alla regia Alessia Stefanini e Katia Vitali

Scene e costumi Katia Vitali


con

Silvia Altrui

Paola D'Oria

Giacomo Marettelli Priorelli

Fabio Paroni



Per altre info: www.ornitorinco.org

Carrefour di Assago VERGOGNA !  

Pubblicato da Accenti & Neri

18/09/2008
Ci sono aggiornamenti sulla questione. Amministrazione Carrefour ha contattato telefonicamente Black Cat. Sembra che le cose stiano procedendo per il meglio e con risposte decise. A chi interessa l'evolversi della questione: qui la home di Black Cat.

------------------

Leggiamo con grande dispiacere sul blog di Diego e riporto per dovere.
Qui potete leggere la mail di questa mamma rivolta alla vergognosa amministrazione Carrefour di Assago.
Certe cose non possono passare impunite.

Per quanto ci riguarda non basterebbero solo delle formali scuse. Il minimo sarebbe presentare PUBBLICHE scuse in sede Carrefour con l'immediato licenziamento della "signorina" ed esigo sapere il nome del "fotografo" e del suo seguito e se dovesse averlo, vorrei il nome del suo studio così se ci capita per lavoro di dover aver bisogno di un fotografo abbiamo il diritto di sapere con chi NON bisogna lavorare.
Giuro che se entro una settimana non si smuove qualcosa ci mettiamo davanti al Carrefour a distribuire volantini di protesta !

Indignati sia come genitori che come persone.

arrivederci a ... a quando ?  

Pubblicato da Accenti & Neri

Ne approfitto, con una connessione e con un computer scroccato, per dire che siamo in vacanza... molto in vacanza... ma forse si era già capito... sì ... mi sono anche già scordata come funziona un computer... e mi sa che ho anche il cervello scollegato... meglio chiudere totalmente. CLICK !

P.S: di troppo riposo non è mai morto nessuno.

Guitar Hero all' italiana  

Pubblicato da Accenti & Neri

Mentre americani, giapponesi e pazzi di ogni sorta fanno cose da paura con il Guitar Hero ecco una performance all'italiana.

video

su you tube: qui

SPECIAL AL PALA MONKEY

al tasto verde:
Davide (New York New York) Gianfelice

al tasto rosso:
Federico (Gir '78) Giretti

al tasto giallo:
Manu (Manù) Castelli

alla corda:
Anto (Sista) Mauro Campo

al vibrato:
Cristina (Blondie) Anvelt

riprese cienematografiche:
Cristian (Lambro) Neri

grupie:
Beppe Ferlito (the Actor Studio)

Grandi assenti perchè presi da una conversazione fumettistico/culturale (quindi inutile) in cucina:

Daria Cerchi (the Good), Elena Accenti (the Ugly) e Mauro Muroni (the Bad)

un saluto speciale a Laura Spianelli che non ha potuto partecipare al mitico concerto per doveri fumettistici e a Frisko e Laura che se ne sono andati via troppo presto e hanno perso la performance !

Stefano Giovannini  

Pubblicato da Accenti & Neri

L'incontro con Stefano avvenne a Roma per un Expocartoon mi pare nel '99. Il nostro tavolo si trasformò in meno di cinque minuti in un bar di periferia con bottiglie di vino di casa Mascetti. Toni aveva addocchiato e di conseguenza si era innamorato perdutamente (in un nano secondo) di una ragazza che si era autoprodotta il suo fumetto un paio di stand più in là (era la Elena De Grimani con il suo primo Righel). E mentre io, Devis e Cristian cercavamo di convincerlo che non era la ragazza giusta per lui o meglio lui non era giusto per lei soprattutto perché strafidanzata, Michele Ginevra se ne stava alle nostre spalle a criticare al Mascetti la copertina che aveva fatto per il secondo numero di "Plastilina" che stava arrivando direttamente da Bordighera con un corriere. (Tra parentesi ritardò di un giorno e fu fonte di un litigio furibondo tra me e Devis... ma non solo per quello... ora che ci penso ne successero un sacco e un giorno mi metterò a scrivere un libro di memorie sui primi anni di autoproduzione).

Beh... Stefano Giovannini occupò il tavolo accanto al nostro con il suo Orcodrillo (che poi divenne Odrillo), probabilmente perchè quella caciara da borgata, ma soprattutto la presenza di cotante bottiglie di vino lo avevano forse convinto che quello era il luogo giusto dove passare stressanti giorni di fiera. Inutile dire che dopo quei giorni abbiamo condiviso altrettante fiere e manifestazioni e finalmente dopo tanto tempo è ritransitato a casa nostra con in mano il suo ultimo prodotto da distribuire qui a Milano. Ma che dire di Stefano! Roberto "Freak" Antoni ha fatto un'ottima introduzione su di lui in questo albetto (le immagini che vedete nel post sono di copertina e retro) e noi condividiamo ciò che ha scritto dalla prima all'ultima parola.
Possiamo solo suggerirvi di comprarlo se vi capita fra le mani (a Milano lo trovate alla Borsa) e di non perderlo perchè quando lo infilerete nella vostra libreria avrete la sensazione di possedere un pezzo di storia a margine del Fumetto Italiano.






in retrocopertina: l'autore osserva una sua opera; epperò non la capisce.

(Stefano Giovannini)

Tanti auguri Cirano !  

Pubblicato da Accenti & Neri

26 giugno 2008 ore 20,45
EVENTO STRAORDINARIO
10 anni di rappresentazioni di uno spettacolo diventato cult

TEATRO CARCANO Milano
Compagnia Teatri Possibili
CIRANO DI BERGERAC


con
Corrado d’Elia, Monica Faggiani, Corrado Villa, Marco Brambilla, Fabio Paroni,Alessandro Stellaci, Stefania Di Martino, Michele Agrifoglio, Marco Ottolini, Barbara Muzzolon, Fabio Locati, Alberto Ursumando

----------------------------------------------------------

Dalla cartella stampa del 2004


Per la collana “Il teatro a fumetti” nasce:
CIRANO
Monografia tratta dallo spettacolo di Edmond Rostandt


regia di Corrado D’Elia
Edizione: Scuola del Fumetto
In collaborazione con: Circuito Teatri Possibili
Con il patrocinio di: Comune di Milano e Regione Lombardia

Soggetto, sceneggiatura e storyboards: Elena “M” Accenti Disegni: Cristina Mormile
Colori: Cristian Neri

L’intento del fumetto Cirano è quello di unire il fascino del teatro con le molteplici possibilità che offre il linguaggio artistico del fumetto.
Con questo progetto non si racconta solamente uno dei testi più famosi della drammaturgia teatrale di Edmond Rostand “Cyrano di Bergerac”, ma anche sottilmente una giovane realtà teatrale di oggi come il Teatro Libero.
Per questo motivo ho scelto di ambientare la storia in un contesto realmente esistente oggi come via Savona, il cortile del n.10 condiviso da due ambienti artistici che in pochi anni hanno saputo incontrarsi: Teatro Libero e La Scuola del Fumetto.

Infatti la storia scorre fin dall’inizio in luoghi che attori, fumettisti, allievi teatrali e del fumetto vivono ogni giorno condividendo il sogno e la dedizione a due mestieri artistici che solo apparentemente non sembrano avere nulla in comune; fino a trasformarsi impercettibilmente in quello che è lo spettacolo del “Cirano di Bergerac” diretto da Corrado d’Elia.

Con questo ho cercato di aggiungere allo spettacolo di d’Elia una costola che potesse avere vita propria e che mostri a un pubblico più vasto la bellezza di queste due arti e che dimostri le grandi potenzialità di un incontro tra le due.

Elena Accenti